I mattoni in cotto fatto a mano trovano la loro naturale collocazione solitamente in ambienti interni, con soluzione che possono andare da quelle rustiche fino a quelle di grande eleganza ma, possono essere ampiamente impiegate anche in ambienti esterni.

Il mattone in cotto all’esterno può essere utilizzato in vari modi:

  • pavimentazione di una terrazza o di un tetto piano;
  • muretti di contenimento o aiole;
  • piccoli arredi (fontane, vasche, panchine, ecc.);
  • percorsi o spazi pavimentati utilizzando quelli che più comunemente sono detti MATTONI DA GIARDINO, perché di maggiore spessore.

Per i pavimenti in cotto da giardino l’elemento comune a tutti deve essere quello di avere una qualità ottima. Infatti il cotto fatto a mano è poroso ma, allo stesso tempo, ingelivo, senza pertanto soffrire dell’umidità di risalita per cui possiamo utilizzarlo sia per i pavimenti da giardino posati a colla o a fresco (in ogni caso bloccate ad un substrato cementizio) sia posizionati flottanti o affogati in un manto di sabbia o più semplicemente nella terra, quindi adatti ad ambienti esterni.

Tra i diversi utilizzi nelle due forme di realizzazione basti ricordare per la “posa classica” il pavimento esterno, lo spazio sotto ad un pergolato, la pavimentazioni dei marciapiedi, il rivestimento di uno scalata esterna o la rampa di un garage, ecc.

Tra le “pose flottanti” l’utilizzo più classico è rappresentato dai vialetti/camminamenti ma anche come pavimentazioni di alcune zone all’interno del prato verde.

In entrambi i casi il cotto, sia esso trattato o meno, arricchisce ed impreziosisce l’ambiente grazie soprattutto alle colorazioni che si abbinano particolarmente con i colori della natura in tutte le sue essenze e diversità.

L’impiego delle piastrelle da giardino in cotto è molteplice, di seguito alcune idee di utilizzo. (riferimenti foto …..)